Alito cattivo: quali sono le possibili cause

  • 4/5
  • 1 rating
1 ratingX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
0% 0% 0% 100% 0%

Le ragioni che possono essere alla base dell’alito cattivo, ovvero dell’emissione di un odore sgradevole dalla bocca, sono numerose e di vario tipo. In alcuni casi, infatti, si può trattare di una condizione momentanea, che deriva semplicemente dall’aver consumato cibi particolari, come aglio e cipolla. Anche il fumo, tra le altre cose, contribuisce a questa spiacevole problematica. In altri casi, invece, alla base del tuo alito cattivo potrebbe celarsi un problema più complesso. Tra questi la presenza di una carie o di una patologia come la piorrea.

Qualunque sia la causa del sintomo in questione, a causare l’odore indesiderato proveniente dalla bocca sono i detriti alimentari che si accumulano e vengono degradati dai batteri normalmente presenti all’interno del cavo orale. Si comprende bene perciò quanto importante sia una corretta igiene orale per contrastare questo fenomeno. L’alitosi può farsi sentire particolarmente al momento del risveglio. Questo perché durante il riposo notturno la fisiologica riduzione del flusso salivare fa venir meno l’azione di pulizia.

 

 

 

Come combattere l’alito cattivo

 

Fatta eccezione per tutti quei casi in cui l’alitosi non è altro che un segnale di un’altra patologia più grave (insufficienza renale, patologia epatica o polmonare) il rimedio più efficace per eliminarla è ricorrere ad un’accurata igiene orale.

Per mantenere i tuoi denti puliti il più possibile potrebbe tornarti comodo utilizzare non solo il normale spazzolino, ma anche il filo interdentale. Esso è in grado di raggiungere anche i punti più difficili in cui potrebbe depositarsi del cibo. Nelle operazioni di pulizia inoltre, non devi tralasciare la lingua, la cui superficie è spesso sede di accumulo dei batteri responsabili dell’alito cattivo.

Il metodo più semplice per prendersi cura dell’intero cavo orale è quello di ricorrere a regolari risciacqui, subito dopo aver mangiato, con collutori aromatizzati al mentolo o all’eucalipto e, naturalmente, pianificare delle periodiche sedute di igiene dentale professionale.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi