mal-di-schiena

Denti e mal di schiena: il collegamento che non ti aspettavi

  • 1/5
  • 1 rating
1 ratingX
Very bad! Bad Hmmm Oke Good!
100% 0% 0% 0% 0%

Il collegamento tra problemi ai denti e dolore alla schiena è stato oggetto di accesi dibattiti scientifici negli ultimi anni. Qualche decennio fa, infatti, si tendeva a considerare i due apparati come componenti indipendenti dello stesso organismo, concetto che oggi sappiamo essere assolutamente sbagliato. La salute dei tuoi denti e il loro assetto, infatti, influiscono enormemente sulla tua postura e sullo sviluppo di dolori cronici alle articolazioni e alla muscolatura scheletrica della colonna vertebrale. Ma sapevi che anche la salute delle gengive può influire sul tuo mal di schiena? Vediamo in che modo le due cose possono essere collegate.

 

 

Le gengive: supporto e nutrimento per i tuoi denti

Le gengive sono il più importante supporto meccanico e trofico per i tuoi denti. La loro azione è fondamentale per il mantenimento di una corretta occlusione dentale, così come la loro integrità garantisce un ambiente sano per la sopravvivenza del dente e delle sue terminazioni nervose. Quando una gengiva di danneggia o è oggetto di patologie croniche, questa tende a sfaldarsi, generando irregolarità sulla sua superficie che ne abbassano le difese nei confronti di virus e patogeni batterici.

Ma come si collega tutto questo con lo sviluppo di mal di schiena e dolori muscolari del tronco? Se consideriamo l’estesa rete di vasi sanguigno e linfatici che percorre in lungo e in largo il corpo umano, è facile immaginare come un’infezione locale della gengiva possa cronicizzarsi e trasferirsi ad altri compartimenti dell’organismo, tra cui il midollo spinale del sistema nervoso centrale.

 

 

Dolore acuto e dolore alla schiena: i sintomi dell’infezione sistemica

Quando un’infezione gengivale diventa sistemica, la sua azione raggiunge i nervi sensoriali situati nel midollo spinale. Questo può generare dolori alla colonna molto simili a quelli che si proverebbero in presenza di un’ernia del disco o di un’infiammazione del nervo sciatico. A seconda della localizzazione del focolaio infiammatorio, il dolore può essere considerato « alto » (dolore cervicale) oppure « basso » (lombare, sacrale). Mantenere gengive sane ed effettuare regolari controlli da uno specialista dell’igiene del cavo orale è dunque l’unico modo per scongiurare il rischio di infiammazioni di questo tipo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, acconsenti all’uso dei cookie . Il non consenso porta al non corretto funzionamento di questo sito web. Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi